Modello f24

TAXonline ha studiato per te l'opportunità di predisporre, correggere e stampare, tramite pochi click, il modello di versamento delle imposte, con una procedura facile, intuitiva, visuale e completamente assistita.

informazioni

TAXonline ha studiato per te, l’opportunità di gestire autonomamente ed in maniera indipendente dalla dichiarazione dei redditi, il modello di pagamento F24, con una procedura facile, intuitiva, visuale e completamente assistita.

I modelli disponibili sono: F24 ordinario, F24 semplificato, F24 ELIDE.

 

F24 ORDINARIO 
E’ il modello “tradizionale” utilizzabile da tutti i contribuenti, titolari e non titolari di partita IVA, per il versamento di tributi, contributi e premi.
E’ definito “unificato” poiché permette al contribuente di effettuare con un’unica operazione il pagamento delle somme dovute, compensando il versamento con eventuali crediti.

Quali tributi e contributi si possono pagare

  • Imposte sui redditi (Irpef, Ires);
  • Ritenute sui redditi da lavoro e sui redditi da capitale;
  • IVA, IRAP;
  • Imposte sostitutive;
  • Addizionale regionale e comunale all’Irpef;
  • Accise;
  • Contributi e premi Inps, Inail, Enpals, Inpgi;
  • Diritti camerali;
  • Tributi locali fra i quali Imu, Tares, Tari e Tasi;
  • Altri tributi;

Generalmente i pagamenti interessano la sezione relativa all’Erario per quanto concerne le imposte sui redditi, la sezione Regioni per l’addizionale regionale e la sezione IMU e altri tributi locali per il pagamento delle imposte comunali (Imu, Tasi, …), delle addizionali comunali e dei diritti camerali.

 

F24 SEMPLIFICATO 
Introdotto per agevolare gli adempimenti dei contribuenti che devono pagare e compensare le imposte erariali, regionali e degli enti locali, comprese l’IMU e la TASI, utilizzando un modello semplificato che si compone di un’unica pagina.

 

F24 ELIDE
Il modello “F24 versamenti con elementi identificativi” va utilizzato per specifiche tipologie di versamenti per le quali sono necessarie informazioni non riportabili nel modello F24 ordinario o semplificato (es. IVA immatricolazione auto UE, alcuni contributi di spettanza dell’Inps…).
Non può essere utilizzato, invece, per effettuare i pagamenti per i quali è prevista la compensazione con crediti.
Con provvedimento del 2014 l’utilizzo del modello F24 ELIDE è stato esteso anche alle somme dovute in relazione alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili: imposta di registro, tributi speciali, imposta di bollo, relative sanzioni ed interessi.

L’estensione al modello F24 (ELIDE e non solo) di tutti i tributi che si versavano con il modello F23 ha decretato di fatto l’abbandono di quest’ultimo modello.